Ad un passo dal sogno, la Sutor accarezza l’impresa

3

MONTEGRANARO – La Sutor Premiata si sta preparando al grande appuntamento previsto per domenica alle ore 18:00 a Ponte San Giovanni: gara 1 della finale playoff che porta alla serie B.

Un risultato che in pochi avrebbero pronosticato ad inizio post-season, ma che i gialloblù hanno saputo conquistarsi sul campo battendo squadre dal calibro di Matelica (2-0) e Lanciano (2-1) grazie a delle importantissime vittorie lontano dalla Bombonera.

I pronostici anche in questo caso sono naturalmente tutti per il Val di Ceppo Basket: squadra completa, ben allenata e che proprio fra le mura amiche in campionato domò in maniera perentoria la Sutor ad inizio stagione. In vista di questa prima finale ecco l’analisi del coach veregrense Marco Ciarpella:

Partiamo subito con la vittoria di domenica a Lanciano: un match che abbiamo voluto portare a casa a tutti i costi…

“Siamo stati molto bravi a saper soffrire e ad aspettare il nostro momento. Abbiamo giocato una partita offensiva molto buona, passandoci la palla e giocando meglio le situazioni che ci avevano messo in difficoltà in gara 2. Nel secondo tempo siamo stati più bravi a togliere anche qualche tiro aperto in transizione che avevamo concesso e siamo riusciti a portare a casa la partita”.

Partita giocata a ritmi altissimi da entrambe le squadra con un punteggio finale da Nba. Alla fine ha vinto la squadra che più ha…

“Come detto sopra siamo stati bravi ad avere pazienza e siamo arrivati all’ultimo periodo abbastanza lucidi. Poi forse sul più 10 a qualche minuto dalla fine ci siamo rilassati e abbiamo ricominciato a fermare la palla e si sono rifatti sotto”.

Ed ora è finale playoff. Ad attendere la Sutor c’è Valdiceppo: squadra completa, ben allenata e che ha eliminato una delle super favorite alla vittoria finale come Chieti. Che tipo di match ti aspetti per gara 1?

“Val di Ceppo è una grande squadra, che ha sofferto un momento di sbandamento a inizio del girone di ritorno dopo l’infortunio del loro lungo titolare. Questo in qualche modo li ha costretti a cambiare modo di giocare, ma il loro percorso nei playoff ha mostrato che sono una squadra solida e in grande fiducia”.

Si inizia a Ponte San Giovanni dove la Premiata in campionato perse di 16 lunghezze. Quali aspetti vorresti evitare rispetto quel match di inizio campionato?

“Rispetto a quella partita, è cambiato moltissimo, sia da una parte che dall’altra. Noi giocammo una partita molto nervosa, dimostrando poca solidità difensiva, soffrendo le qualità dei loro esterni che ci misero in grande difficoltà”.

Dalla nostra però avremmo sicuramente un importante seguito di pubblico, così come accaduto a Lanciano ed in generale durante l’anno…

“Siamo orgogliosi di poter contare sul sostegno dei nostri tifosi, servirà un’altra impresa e solo insieme a loro possiamo pensare di compierla. Scenderemo in campo per dare tutto quello che abbiamo”.

FONTE: Cronache Fermane

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

Privacy & Cookies Policy