Amarezza Cobà, dal dischetto sorride solo la Sandro Abate

5

Il rigore di Juanillo parato dal subentrato Tatulli, estremo difensore poco dopo a sbarrare la strada anche alla conclusione dal dischetto calciata da Sgolastra

ASTI – Grandi emozioni ieri sera al Pala San Quirico di Asti per la prima semifinale delle Final Four di Coppa Italia.

Partita emozionante ed equilibrata con il Futsal Cobà che incontrava nuovamente, dopo il pari in campionato di sabato scorso, la fortissima Sandro Abate, candidata regina alla vittoria della manifestazione e da tutti accreditata come la migliore formazione dell’intera A2.

Ancora una volta terminavano in perfetto equilibrio i tempi regolamentari con i campani che riuscivano a prevalere e staccare il pass per la finale soltanto ai calci di rigore.

IL TABELLINO

FUTSAL COBÀ: Moretti, Basso, Bagalini, Mazoni, Piovesan; Sgolastra, Zacheo, Juanillo, Guga, Lamedica, Mancini, Quondamatteo. All. Leonardo Campifioriti

SANDRO ABATE: Tondi, Victor Rossi Mello, Schininà, Fantecele, Bebetinho; Attanasio, De Crescenzo, Felipe Mello, Dian Luka, Iandolo, Vitiello, Tatulli. All. Alessandro Nuccorini

ARBITRI: Pasquale Marcello Falcone della sezione di Foggia, Alex Iannuzzi della sezione di Roma 1 e Vincenzo Cammarano della sezione di Nichelino

RETI: 02’18” pt e 14’33” st Basso, 14’19” pt, 06’20” st Victor Rossi Mello, 02’38” st, 09’26 st Sgolastra, 07’05” st Lamedica, 07’36” st Dian Luka, 15’56” st e 16’56” st Bebetinho

SEQUENZA RIGORI: Dian Luka parato, Basso rete, Victor Rossi Mello rete, Juanillo parato, Fantecele rete, Zacheo rete, Bebetinho rete, Sgolastra parato

NOTE: Espulso al 01’24” st Felipe Mello per doppia ammonizione, ammoniti Bebetinho, Juanillo, Attanasio, Basso, Schininà, Tondi

LA CRONACA

La prima frazione si era conclusa infatti sul punteggio di 1-1, con un indomito Futsal Cobà che si era portato in avanti e guidava la contesa sin dal pronti via. Al gol di Basso sugli sviluppi di una punizione calciata da Sgolastra, però, aveva fatto seguito una grande pressione dei campani, pervenuti al pareggio con Victor Mello.

Nella ripresa Sgolastra era stato subito abile a sfruttare la superiorità numerica insaccando un gran tiro dalla distanza, mentre Moretti tentava in ogni modo di difendere la propria porta dalla reazione del Sandro Abate. Il nuovo equilibrio arrivava con uno schema su punizione realizzato ancora dallo stesso Mello.

Senza sosta, con mille brividi: immediati il nuovo sorpasso di Lamedica e l’ennesimo pari di Luka Dian. La gara sembrava mettersi sul velluto però ad un certo punto: il diagonale imprendibile dell’epico 4-3 era griffato Sgolastra, il contropiede di Basso siglava il 5-3.

Con due gol di vantaggio il risultato sembrava al sicuro, ma i campani riuscivano a riportarsi in carreggiata con la carta del portiere di movimento che per due volte in fotocopia sorprendeva gli Sharks. Il doppio tap in di Bebetino valeva il 5-5 finale.

Dal dischetto la Sandro Abate, che in gara aveva sempre rincorso gli Squali, riusciva a prevalere, cambiando in corsa il portiere: Tatulli riusciva a neutralizzare i tentativi di Juanillo e Sgolastra, mentre facevano centro Basso e Zacheo.

Un’uscita sicuramente a testa altissima da parte degli Squali che a fine gara ricevevano anche i sinceri complimenti del tecnico ex Nazionale Nuccorini per la grande qualità dimostrata e l’ottima prestazione sfoggiata. Sicuramente avrebbero meritato il passaggio i ragazzi del tecnico Campifioriti, seguiti al Pala San Quirico dal dg Bagalini e dai loro appassionati tifosi che per tutto l’arco della gara facevano sentire forte il proprio incitamento.

 

Articolo correlato: 

Road to Asti, il Futsal Cobà in viaggio verso le Final Eight

 

 

FONTE: Cronache Fermane

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

Privacy & Cookies Policy