Dossier | Halloween 4: il film mai realizzato scritto da Dennis Etchison

3

Come molti di voi già sapranno, Dennis Etchison è l’autore delle versioni romanzate ufficiali dei film Halloween II e Halloween III – Il signore della notte con lo pseudonimo di “Jack Martin”, ma forse non tutti sono a conoscenza del fatto che lo scrittore si sia occupato anche di stendere la prima sceneggiatura originale di Halloween 4, sotto richiesta specifica dello stesso John Carpenter.

Nel 1981, John Carpenter si era assicurato che Il signore della morte terminasse con Michael Myers e il Dott. Loomis fatti a pezzi, in modo che non potessero più ritornare per un eventuale ulteriore sequel. La Universal Pictures ne richiese comunque uno a prescindere, quindi il regista e la partner Debra Hill decisero di optare per un ‘ibrido’ antologico che non avesse legami diretti coi primi due capitoli della saga slasher. Questa scelta portò all’uscita di Il signore della notte, che vede un dottore cercare di fermare la trama omicida di un malvagio costruttore di giocattoli. Se da allora il film è stato rivalutato come un racconto horror suggestivo e inquietante, nel 1982 fu un pieno insuccesso di pubblico e critica. La gente era andata nei cinema per vedere le imprese del boogeyman Michael Myers e si era pertanto sentita tradita dal ‘nuovo corso’.

halloween 4 1988 film posterCon il decimo anniversario di Halloween che si avvicinava (1988), lo studio sentì che la speranza non era ancora del tutto svanita di tornare ai vecchi fasti del box office, così si rivolsero di nuovo a John Carpenter e Debra Hill, che avrebbero a loro volta contattato Dennis Etchison per scrivere una bozza di sceneggiatura per Halloween 4.

La storia pensata avrebbe dato una svolta psicologica al mito di Michael Myers. Sia il villain che il Dott. Loomis sarebbero rimasti morti dopo gli eventi di Halloween I e II, con Haddonfield talmente addolorata e colpita al cuore da quella terribile notte da arrivare a bandire completamente la festività. I genitori della cittadina, comprensibilmente, vanno però su tutte le furie quando un cinema / drive-in annuncia di voler pianificare una notte horror proprio in occasione del 31 ottobre e provano ovviamente a farla cancellarla. A quanto pare, tuttavia, questo disperato tentativo di sopprimere il ricordo di Michael Myers serva solo a riportarlo indietro …

La sceneggiatura di Dennis Etchison (leggetela per intero) esplora principalmente il profondo trauma che quella notte ha causato ad Haddonfield e se sia meglio dimenticare o piuttosto confrontarsi con gli orrori del passato. La vicenda si concentra principalmente sui personaggi di Tommy Doyle e Lindsey Wallace – i bambini a cui Laurie Strode faceva da babysitter nel primo film – e mentre la seconda non riesce a ricordare nulla di quella notte, il maschietto ne è rimasto segnato a fondo. La madre iperprotettiva di Lindsey cerca di tenerli separati, ma i due inevitabilmente si attraggono.

La sceneggiatura si domanda poi se il trattamento riservato a Michael Myers da parte del Dott. Loomis sia stato – almeno in parte – responsabile della sua tremenda furia omicida, con una vecchia videocassetta che mostra il defunto dottore che urla contro un giovane Michael durante una sessione di terapia, etichettandolo come “mostro”.

Halloween 4 di Dennis Etchison avrebbe anche svelato il mistero se Michael Myers sia in qualche modo ancora vivo o se l’assassino ‘invisibile’ fosse un semplice imitatore o qualcuno ‘posseduto’ dal suo spirito omicida. Il film avrebbe infine rivelato che il boogeyman era diventato una sorta di spettro, in grado di farsi ricrescere le dita perse in combattimento e resistere ai colpi di pistola; nel finale del film, sarebbe addirittura diventato più alto di 3 metri, dopo essere impazzito nel drive-in – che ha in programmazione Fog e Christine – La macchina infernale di John Carpenter, oltre a Re-Animator e Non Aprite Quella Porta -, con lo script che arriva addirittura a citare l’acerrimo rivale al botteghino Jason Voorhees, con l’immagine sfocata del killer con la maschera da hockey che passa sullo schermo durante la proiezione di Friday the 15th e l’Ombra che rompe lo schermo mentre divampano le fiamme.

Questa versione di Halloween 4 contiene idee e scene intriganti, anche se la sceneggiatura avrebbe avuto bisogno di ulteriore lavoro di rifinitura. Gli elementi psicologici sono infatti legati alla storia piuttosto convenzionale e poco inventiva dei soliti adolescenti che si ubriacano e vengono massacrati uno dopo l’altro, e la conclusione arriva piuttosto bruscamente. Con un po’ di pazienza e tempo extra, Dennis Etchison avrebbe potuto tirarne fuori qualcosa di davvero speciale, ma il produttore Moustapha Akkad decise che l’idea fosse troppo cerebrale e voleva semplicemente rivedere Michael Myers come un assassino in carne e ossa. John Carpenter e Debra Hill vendettero così i loro diritti sulla serie e passarono ad altri progetti.

Di seguito il trailer internazionale di Halloween 4 – Il ritorno di Michael Myers, uscito regolarmente nel 1988 per la regia Dwight H. Little, in cui ritroviamo vivi e vegeti sia l’Ombra che Loomis:

L'articolo Dossier | Halloween 4: il film mai realizzato scritto da Dennis Etchison proviene da Il Cineocchio.

FONTE: Il Cineocchio

I commenti sono chiusi.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

Privacy & Cookies Policy